Una dieta vincente. Vantaggi e svantaggi di questa dieta

Una dieta vincente

È dimostrato che l’allenamento sportivo inizia a tavola! Una buona alimentazione può aiutare a migliorare le prestazioni e, in ogni caso, a trarre il massimo dall’attività fisica regolare.

Se un atleta amatoriale non deve cambiare radicalmente la propria dieta, non è così per chi pratica un’attività sportiva di livello superiore.

Kanabialica si trova in erboristeria?

Sportivi della domenica

Se invece siete solo degli sportivi dilettanti, non è necessario cambiare le vostre abitudini alimentari. Se nel fine settimana fate un po’ di ciclismo o di jogging, o se siete assidui frequentatori di campi da tennis o da calcio, dovete solo assicurarvi di avere una dieta varia ed equilibrata.

Giocatore di rugby

Dare la priorità a verdura, frutta e latticini.

Non esagerate con i grassi, gli zuccheri e l’alcol.

Non eliminate la carne e non rinunciate agli alimenti ricchi di amido e al pane.

Dieta delle fibre, Principio della dieta delle fibre

dieta vincente
Sport intensivo e dieta vincente

D’altra parte, quando si pratica uno sport in modo più intenso, o in gara, è importante gestire bene l’alimentazione, per evitare prestazioni scadenti. La dieta Portfolio o dieta “sportiva” segue regole precise, ormai ben codificate.

Prima dell’evento: accumulare le riserve di energia e idratarsi in anticipo.

Fate un penultimo pasto abbondante, a base di alimenti amidacei (pasta, riso, patate…), ottime fonti di carboidrati complessi. Una parte di questi viene immagazzinata nei muscoli e nel fegato sotto forma di glicogeno, il “supercarburante” per gli sforzi rapidi e intensi;
Consumate un ultimo pasto più leggero e facilmente digeribile circa tre ore prima dell’evento: in questo modo eviterete di trovarvi nel bel mezzo della digestione durante lo sforzo;
Bevete molto regolarmente, in piccole quantità ma senza limitarvi, fino all’inizio dell’evento.
Durante l’evento: fate il pieno di energia e di acqua.

Se lo sforzo fisico è prolungato – maratona, trekking, sci di fondo, ecc. – mangiare cibi dolci (frutta secca, paste di frutta, barrette di cereali, ecc.), ricchi di carboidrati semplici che possono essere assimilati rapidamente: in questo modo si evita il “crollo energetico” causato dall’esaurimento delle riserve di carboidrati;
Approfittate delle pause per reidratarvi con una bevanda leggermente zuccherata e possibilmente mineralizzata.

Dopo l’evento: disintossicazione, dieta vincente e recupero.

Appena terminato l’evento, bevete a volontà una bevanda leggermente zuccherata e mineralizzata, e continuate a reidratarvi regolarmente nelle ore successive: in questo modo aiuterete l’organismo a eliminare le tossine della fatica;
Al pasto successivo, “costringetevi” a mangiare verdura e frutta fresca (per le loro proprietà alcalinizzanti e disintossicanti) e alimenti ricchi di amido (che aiutano a reintegrare le riserve di glicogeno dell’organismo).

Domi.L.

Sono un professionista dell'industria farmaceutica laureato in farmacia, ho esperienza nella consulenza e nella ricerca di prodotti per la salute. La mia esperienza professionale mi ha portato a sviluppare il gusto per i media scritti attraverso diversi siti web legati al benessere delle persone come www.losarcanos.it, dove negli ultimi 4 anni ho creato recensioni sui diversi prodotti disponibili sul mercato per aiutare le persone a trovare una possibile soluzione ai loro problemi di salute.